linktwitterfacebookyoutubenewsletter

Vendere con le community, Gruppo24Ore (2013)

Vendere-con-le-community2013

Il libro traccia un identikit delle migliori brand community di multinazionali italiane ed estere, piccole e medie imprese, pubblica amministrazione, terzo settore o gruppi di interesse. Il manuale prende in esame il ruolo delle community come scelta strategica per incrementare il business, suggerendo come il dialogo sul web permetta di vendere un prodotto o un servizio, un'idea, addirittura un brand. Il manuale racconta web tv, blog, piattaforme social, forum e contest che hanno saputo intercettare

Dai numeri ai trend emergenti, dal ruolo dei social network all'analisi delle micro-community ad alto potenziale, passando per quelle in mobilità: “Vendere con le community” intende fornire una cassetta degli attrezzi per operare con successo in un ecosistema digitale, puntando con efficacia al proprio target, sia esso interno, intermedio o esterno. Il manuale raccoglie le testimonianze di decine di community manager d'azienda interrogati sulle leve di successo delle community in Rete. 

Il libro presenta le schede esplicative delle migliori trenta community italiane: Agronotizie, Alce Nero, Amadori, Blomming, Casa.it, Ducati, eBay, Ferrari, Fondazione Cariplo, Giallozafferano, Greenpeace, Heineken, Lush, Purina, Rai, Regione Emilia-Romagna, Regione Umbria, Technogym, Telecom Italia, TripAdvisor, Twago, Userfarm, Varese News, Vinix, Vodafone, Voglio Vivere Così, Volvo, Wind, Wwworkers.

Acquista online il libro Vendere con le community e leggi la recensione su L’Impresa del Gruppo24Ore.

Social TV - Guida alla nuova TV nell'era di Facebook e Twitter, Gruppo24Ore (2012)

Social-TV

Il libro racconta l'anno che per tutti gli analisti internazionali ha sancito il definitivo boom della Social TV, anche sul mercato italiano dei contenuti televisivi. Perché la TV del futuro è Social. E “Social TV: guida alla nuova TV nell'era di Facebook e Twitter" la racconta in tutti i suoi particolari, svelando i segreti, smontando i meccanismi, entrando nelle strategie e elaborando le regole d'oro per realizzarla e per parteciparla. Dalla collana StepbyStep del Gruppo24Ore il primo manuale che smonta la TV del passato e disegna la TV del futuro, quella che vive sui social network e su una pluralità di schermi. "Social TV" è una cassetta degli attrezzi per gli addetti ai lavori, ma è anche una guida per i nuovi telespettatori, diventati protagonisti a suon di post e tweet.

Come cambiano le strategie industriali, come si modificano i format e i palinsesti, come si rimodellano gli ascolti e il ruolo dei network nell’epoca della Social TV, declinata tra smartphone e tablet, pc e console di gioco, applicazioni e interazioni, log in e check-in? Scoprirlo vi avvicinerà al più importante dei cambiamenti in corso: l’evoluzione da spettatore passivo e analogico a user digitale e partecipativo. In una parola social.

Acquista online il libro Social TV e leggi la recensione sul Sole24Ore e su L’Impresa del Gruppo24Ore.

Vendere con le community, Gruppo24Ore (2012)

Vendere-con-le-community

Il libro traccia un identikit delle migliori brand community di multinazionali italiane ed estere, piccole e medie imprese, pubblica amministrazione, terzo settore o gruppi di interesse. Il manuale prende in esame il ruolo delle community come scelta strategica per incrementare il business, suggerendo come il dialogo sul web permetta di vendere un prodotto o un servizio, un'idea, addirittura un brand. Il manuale racconta web tv, blog, piattaforme social, forum e contest che hanno saputo intercettare 

Dai numeri ai trend emergenti, dal ruolo dei social network all'analisi delle micro-community ad alto potenziale, passando per quelle in mobilità: “Vendere con le community” intende fornire una cassetta degli attrezzi per operare con successo in un ecosistema digitale, puntando con efficacia al proprio target, sia esso interno, intermedio o esterno. Il manuale raccoglie le testimonianze di decine di community manager d'azienda interrogati sulle leve di successo delle community in Rete.

Il libro presenta le schede esplicative delle migliori venti community italiane: Alce Nero Mielizia, Amadori, Mulino Bianco - Barilla, Casa.it, Ducati, eBay, Ferrari, Heineken, Lush, Magneti Marelli, Purina-Nestlè, Nokia, Technogym, Telecom, Treccani, Twago, Vodafone, Volvo, Wind.

Leggi la recensione sul Sole24Ore e su L’Impresa del Gruppo24Ore

Wwworkers. I nuovi lavoratori della rete, Gruppo24Ore (2011)

Wwworkers

Il libro racconta i wwworkers, ovvero i nuovi lavoratori della rete. Lasciano il posto fisso, mandando al diavolo il capo e l'azienda, e si mettono in proprio grazie alle nuove tecnologie. Sono i wwworkers, ovvero world wide workers, i nuovi lavoratori della rete. Dicono basta al cartellino e si inventano i lavori più disparati su Internet. Appassionati, visionari, intraprendenti e fantasiosi. A proprio agio nel web ma non necessariamente esperti e non sempre giovani, sfruttano la rete per propagandare il proprio brand, cioè loro stessi. E ci riescono, con metodi originali e a costi contenuti. 

Una tribù indistinta che fa business trasformando la propria passione in professione. Sotto un comune denominatore: privilegiare il worklife balance, ovvero conciliare la vita professionale con quella privata, far convivere bisogni e desideri e scommettere sulla cosa più preziosa di cui si è in possesso, se stessi. 

Dalla A alla Z tutte le categorie di wwworkers e di imprese online. Chi sono e cosa fanno. Dalla wedding planner al dog-sitter online, dal cuoco a domicilio all'avvocato digitale, ecco le storie di chi ce l'ha fatta.

Acquista online il libro Wwworkers e leggi la recensione su Repubblica, La Stampa e Sole24Ore.

 

Tv fai-da-Web. Storie italiane di micro Web Tv. La mappa e le istruzioni per fare una tv in casa, Gruppo24Ore (2010)

Tv-fai-da-web

La Tv-fai-da-Web è una tv fatta in casa. Ormai l'antenna non serve più, bastano un computer, una telecamera e una connessione a banda larga. Al resto ci pensano le piattaforme come Mytube, Ustream ecc. che consentono di trasmettere dal proprio canale online contenuti video e audio. Nel giro di pochi anni il numero delle micro web tv è più che quadruplicato. Oggi si contano quasi duecento canali distribuiti in tutta Italia e attecchiti soprattutto lontano dai centri metropolitani. Le micro web tv accendono i riflettori su ciò che accade sottocasa, ma fanno anche il giro del mondo, raggiungendo gli italiani all'estero. Non hanno logiche di business e si autoalimentano, spesso con pochi spiccioli per comprare strumentazioni tecnologiche rigorosamente digitali ma a basso costo.

Abbabusiness. Scopri il lato «B» delle imprese, Croce Editore (2010)

Abbabusiness

Generazione abba. Nelle imprese d’eccellenza, in Europa e nel mondo intero, sta uscendo allo scoperto la comunità GLBT (acronimo americano che definisce da vent’anni gay, lesbiche, bisessuali e transgender). Al bando la clandestinità di un tempo, questi lavoratori abba fanno sempre più spessoouting in azienda, dimostrando oggi apertamente un atteggiamento positivo e collaborativo e un pensare differente. Diventano così alleati di chi persegue il cambiamento, vero mantra per uscire dal pantano di una crisi tanto reale quanto percepita.
Così, in barba all’arretratezza di pensiero della società e spesso delle politiche sociali, si scopre nei fatti un nuovo profilo delle organizzazioni, tolleranti verso le differenze di genere, intese come arricchimento e creazione di valore. Per la propria cultura d’impresa e – soprattutto – per il proprio business. Mamma mia! Ecco il lato B delle imprese, che si rivela nei migliori ambienti di lavoro dove le persone sentono di poter essere autentiche, raccontandosi e mettendosi in gioco.
In questo saggio gli autori – due esperti di management e cultura di impresa – spiegano perché le organizzazioni più competitive scelgono di accogliere e di rispettare i collaboratori di tutti gli orientamenti sessuali.
Abbabusiness è una fotografia dell’impresa moderna. Ed è anche un invito che i due autori rivolgono a ciascun collaboratore: “Fai del tuo business un Abbabusiness. Esci allo scoperto e colora la tua azienda”.

Business tv, generazione teledipendente, Bocconi Editore (2008)

Generazione-Teledipendente

Generazione teledipendente, fenomenologia delle business TV, identikit dell’impresa in pixel. Un viaggio
nei canali televisivi messi in Rete da aziende non radiotelevisive per comunicare ai propri stakeholder
interni e (sempre più spesso) esterni. Dalle business TV istituzionali rivolte ai dipendenti a quelle per le reti di vendita o con produzioni user generated content, che strizzano l’occhio al Web 2.0 arrivando a creare knowledge communities aziendali. E poi le brand TV nate Oltreoceano, che abbattono la mediazione tra impresa e consumatore, proponendo una comunicazione di prodotto emozionale.
A partire dalle riflessioni di un workshop tenutosi all’Università Bocconi nel marzo 2007, Generazione
teledipendente traccia un quadro (rigorosamente provvisorio perché riferito ad un settore in continua
evoluzione) delle nuove generazioni di TV con target molto mirato. Business TV entrate nella vita
professionale (e personale) dei dipendenti e che un domani (forse diventato già oggi) potrebbero
intercettare platee televisive mass-market.
A seguito del workshop, i tre autori hanno costituito l’Osservatorio sulle Business TV.

GColletti

Benvenuto sul mio website. Sono Giampaolo Colletti, un communication manager e storyteller digitale. Lavoro da dodici anni nel campo delle nuove tecnologie in aziende d’eccellenza sia internamente che in qualità di consulente. Mi occupo di social tv, web tv, social network, internal communication e community online. 

 

Giampaolocolletti.com © 2013 Tutti i diritti riservati - Privacy e cookie - Sviluppo web F. Manni